allattamento-primi mesi-bebè

IL BAGNETTO DEL NEONATO: COME ESEGUIRLO?

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Il neonato ha bisogno del bagnetto tutti i giorni si o no? Questo è un dubbio ricorrente nei genitori che non sanno ancora come comportarsi riguardo questo delicato argomento. Oltre che per il benessere e sviluppo fisiologico è un’ importante abitudine per l’igiene e per il rilassamento del corpicino del nostro bambino.

Quali sono i benefici del bagnetto del neonato?

Il bagnetto del neonato è molto utile per attivare la circolazione sanguigna della pelle, per garantire una pulizia di residui di sporco che ovviamente si possono formare sotto i pannolini e indumenti e per creare una sorta di barriera contro le aggressioni esterne per via dell’ancora bassa acidità e sudorazione del pH della pelle.

Rappresenta un momento emotivo e relazionale per aumentare l’affinità con mamma e papà perché raffigura un’ulteriore occasione di scambi di coccole, risate, grattini e gridolini.

Non c’è la necessità però di farlo ogni giorno. Anche se facciamo uso di prodotti delicati, possono risultare ancora un po’ troppo aggressivi per la pelle del bimbo e, oltre che arrecargli troppo stress e disagio, possono trasformare un momento così rilassante in un inferno per mamma e papà.

Come e quando eseguirlo?

Innanzitutto controlliamo la temperatura dell’acqua (servendoci di termometri a lettura istantanea) che deve oscillare tra i 32°C e i 37°C. Mettiamo vicino i seguenti oggetti: asciugamano di spugna morbida, garze per la pulizia del viso, body, tutina e pannolino, detergente delicato per bambini a pH neutro. Stiamo attenti a non dimenticarci nulla perché il bimbo non deve essere lasciato assolutamente solo anche se l’acqua è bassa (deve essere tra i 10-15 centimetri). Oltre all’annegamento che può avvenire anche con soli 5cm di acqua, è sempre dietro l’angolo il pericolo che schizzi l’acqua o che scivolando si procuri dei piccoli traumi.

Assicuriamoci di non avere anelli o braccialetti che possono ferire il bimbo durante il lavaggio e di detergere le nostre mani per bene per evitare di trasmettergli qualche infezione avendo il bambino le difese immunitarie ancora molto basse. Se abbiamo raffreddore o influenza preoccupiamoci di indossare una mascherina sterile a protezione della nostra bocca e narici. Per evitare che il bambino prenda freddo assicuriamoci che la temperatura della stanza sia almeno tra i 20°C e i 22°C.

Ci sono alcune mamme che preferiscono farlo prima della pappa ma è importante percepire le esigenze del proprio bambino per rendere il bagnetto piacevole e divertente.

Adesso che siamo pronte dopo tutte queste precauzioni, iniziamo col bagnetto

Immergiamolo nell’acqua mantenendo una presa salda e sicura, sorreggiamo la testa e il busto con l’avambraccio e laviamolo con la destra, mantenendo la mano sinistra nel cavo ascellare del neonato. Usiamo la garza che avevamo preparato in precedenza vicino a noi per pulirgli gli occhi, il viso, le orecchie e adoperiamo invece il detergente con pH neutro per pulire il resto del corpicino. Puliamo poi la schiena, girandolo in modo che abbia la pancia appoggiata al braccio. Facciamo attenzione a non far colare acqua negli occhi e a non penetrare eccessivamente nel canale uditivo e nel naso del neonato.

Dopo il bagnetto afferriamo il piccolo con presa sicura da sotto le ascelle, avvolgiamolo nell’asciugamano morbido e appoggiamolo nel fasciatoio velocemente per evitare che prenda freddo. Asciughiamolo delicatamente senza strofinare per non arrecare lesioni alla pelle del neonato mentre lo coccoliamo e tranquillizziamo.

Ecco qua che il nostro bagnetto è finito, è più facile di quanto credevi vero? 😊